USC - Matrimoni

USC - Matrimoni

Responsabile: Cellai Pier Luigi
Indirizzo: P.zza IV Novembre, 3
Tel: 055 8669230
Fax: 055 8669274
E-mail: anagrafe@comune.reggello.fi.it - comune.reggello@postacert.toscana.it
Orario di apertura: Lunedì - Mercoledì- Venerdì e Sabato 9:00 - 12:30; Martedì e giovedì 14:45 - 17:45

Descrizione

PROCEDURA NECESSARIA SIA PER IL RITO CIVILE CHE RELIGIOSO

Requisiti del richiedente

Le pubblicazioni di matrimonio sono obbligatorie - la pubblicazione non può essere effettuata prima di 6 mesi dalla data presunta del matrimonio - per:

  • Cittadini italiani di cui almeno uno residente a Reggello interessati a contrarre matrimonio civile, religioso, concordatario (cattolico) o di altri culti ammessi dalla Stato Italiano;
  • Stranieri residenti o domiciliati non residenti ma che contraggono il matrimonio con un cittadino italiano residente.

I nubendi devono trovarsi nella libertà di stato per contrarre matrimonio (art. 86 Codice Civile).

Documentazione da presentare

  • Carta d'identità in corso di validità (in originale e in fotocopia che resta all'ufficio);
  • Codice fiscale/tessera sanitaria (in originale e in fotocopia che resta all'ufficio);
  • Evenuale procedura speciale con allegato documento d'identità in corso di validità
  • Modulo "Dichiarazione per pubblicazione di matrimonio" (allegato alla voce "modulistica")

Inoltre:

  1. Per il matrimonio cattolico occorre produrre la richiesta di pubblicazione da parte del Parroco di Reggello;
  2. Per i culti acattolici ammessi dalla Stato Italiano, occorre produrre la richiesta del Ministro di Culto con l'attestazione della nomina da parte del Ministero degli Interni italiano, escluso alcuni culti, per i quali è necessario chiedere informazioni più dettagliate.

Iter procedura

Il giorno della richiesta di pubblicazione devono essere presenti entrambi i nubendi, personalmente o rappresentati da un procuratore.

In caso di cittadino straniero che non conosce perfettamente la lingua italiana, questi deve farsi assistere da un traduttore - interprete (maggiorenne e munito di documento di identità) sia alla richiesta di pubblicazione che durante la celebrazione.

L'Ufficiale di Stato Civile accerta la veridicità delle dichiarazioni acquisendo d'ufficio la documentazione necessaria e offrendo ai nubendi indicazioni riguardo il regime patrmoniale della famiglia (vedi la voce informazioni ). Affigge all'Albo Pretorio on line l'atto di pubblicazione, consultabile collegandosi al seguente link http://94.138.36.28/albopretorio.

Decorso il termine della pubblicazione, per i matrimoni in forma religiosa, l'Ufficio rilascerà:

  1. certificato di eseguite pubblicazioni per il Parroco;
  2. autorizzazione per il ministro di Culto;
  3. attestati di pubblicazioni per usi particolari

Gli sposi che intendono celebrare il matrimnio con rito civile in un altro Comune devono presentare apposita motivata domanda al Sindaco (in bollo). A pubblicazione avvenuta, verrà rilasciata la richiesta per il Sindaco del Comune prescelto per la celebrazione. La competenza dell'atto finael spetta all'ufficiale di Stato Civile.

Costi

Occorre presentarsi con:

  • UNA sola marca da bollo (da euro 16) se entrambi i nubendi sono residenti a Reggello.
  • DUE marche da bollo (ognuna da euro 16) se uno degli sposi è residente in un altro comune. In caso di celebrazione del matrimonio con rito civile in un altro Comune o con riti appartenenti a riti acattolici occorre una ulteriore marca da bollo (da euro 16).
  • Euro 0,26 per eventuale rilascio del Libretto internazionale di Famiglia

Informazioni

le pubblicazioni vengono affisse on line sul sito web del Comune di Reggello per 8 giorni + 3 per le eventuali opposizioni.

Il matrimonio dovrà essere celebrato entro 6 mesi (180 gg) dall'eseguita pubblicazione.

SCELTA DEL REGIME PATRIMONIALE

La scelta del regime patrimoniale di SEPARAZIONE DEI BENI (art. 162 C.C.) o la scelta della legge applicabile ai rapporti patrimoniali (art. 30 legge 218/95) può essere dichiarata nell'atto di celebrazione del matrimonio previo opportuno preavviso:

  1.  all'ufficio di Stato Civile nel caso di matrimnio civile nel caso di matrimonio civile;
  2.  al Parroco o al Ministro di Culto nel caso di matrimonio religioso.

In mancanza della dichiarazione di scelta, il regime cui sono sottoposti per legge i rapporti patrimoniali dei coniugi è quello della COMUNIONE DEI BENI (art. 159 C.C.)

Resta comunque la possibilità di stipulare convenzioni matrimoniali per atto pubblico in qualsiasi momento, sia prima che dopo la celebrazione del matrimonio. In questo caso è il notaio, che trasmette l'atto al Comune dove è avvenuto il matrimonio, per l'annotazione e la conseguente certificazione.

Gli sposi potranno ottenere il rilascio del libretto internazionale di famiglia richiedendolo al Comune in cui sarà celebrato il matrimonio civile o religioso. Il  libretto potrà essere richiesto anche successivamente al matrimonio.

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *